I Barnabiti - Padri Barnabiti Provincia Centro Sud

Vai ai contenuti

Menu principale:

I BARNABITI

«Il nostro fine principale è la cognizione e la vittoria
di se stessi, l'imitazione della bontà e semplicità cristiana,
l'abbracciare gli obbrobri e il voler onorare Cristo
»
(SAMZ, Costit. cap. 19)


Il nostro Ordine è stato approvato da Clemente VII il 18 febbraio 1533 con la denominazione di Chierici regolari di san Paolo (ottenuta con la bolla Dudum felicis recordationis da Paolo III il 24 luglio 1535), in quanto ci ispiriamo al Santo Apostolo come padre e guida spirituale. Ai più siamo meglio conosciuti come padri Barnabiti, dal nome della Chiesa di San Barnaba a Milano, dove abbiamo iniziato la nostra opera riformatrice. La nostra Congregazione nasce dalla fervente attività evangelizzatrice di Antonio Maria Zaccaria, un giovane Santo che impostò la sua breve ed intensa vita sul puro onore di Cristo, la pura utilità del prossimo e i puri obbrobri e vilipendi di se stessi.

Il nostro campo di apostolato si estende fin dove Cristo «le ha posto la misura» (S. Fond., Lett. VI), con particolare dedizione all’opera educatrice dei giovani nelle scuole, ma anche negli oratori, nelle parrocchie e nelle realtà missionarie.

Il nostro Fondatore, oltre ad essere stato tra i primi ad ottenere la costituzione di un ordine di chierici regolari, che di fatto risulta essere tra i più antichi nella storia della Chiesa, è stato certamente un antesignano della predicazione e testimonianza viva nella società attraverso il sostanziale ausilio delle suore e dei laici. Pertanto si fece promotore della fondazione del ramo femminile detto poi delle Angeliche (e da lui chiamate le divine, amabili figlie o anche le dolcissime e dilette viscere), autorizzato da Paolo III il 15 gennaio 1535 con la bolla Debitum pastoralis, e del cosiddetto “terzo collegio”, ovvero dei Coniugati o Maritati di San Paolo, laici che fin dalle origini hanno collaborano attivamente alla vita della Congregazione.

Seguendo le orme del Fondatore, i tre collegi formano la Famiglia Zaccariana, ed insieme operiamo per vivere più pienamente la consacrazione battesimale nella sequela di Cristo, eleggendo il meglio, eseguendo il bene, in tutto mossi dalla carità, per la rinnovazione del fervor cristiano.

La nostra storia pluricentenaria, costellata da innumerevoli prove di fermezza spirituale dettate dalle vicissitudini storiche, si fregia di santi intercessori quali Alessandro Sauli e Francesco Saverio Maria Bianchi e di diversi venerabili distintisi per la loro vita. Nondimeno, la nostra Famiglia si impegna con ardente zelo a celebrare quotidianamente il “Crocifisso Vivo” per costruire nel mondo quel “Monastero invisibile” che si fonda sull’Eucarestia e sulla preghiera, fondamenta della vita cristiana e religiosa.

 
 
 
 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu